crackers…riciclando la pasta madre che avanza

foglia

Crackers di riciclo.
Ogni volta che rinfreschiamo la nostra pasta madre, se non viene utilizzata per panificare, ci ritroviamo con una grossa quantitá di lievito che, se inutilizzato, sarebbe da buttare. Questo é uno spreco, soprattutto se utilizziamo farine bio e macinate a pietra.
Ecco una ricetta per riciclare la pasta madre, utilizzando questi scarti non rinfrescati
Dosi per circa una teglia e mezza
200 g di pasta madre non… rinfrescata;
120 g di acqua (misura variabile in base all’idratazione del vostro lievito: il mio é al 50%);
300 g di farina (150 g integrale, 150 g di riso);
3 cucchiai di olio;
2 manciate di semi di sesamo.
Procedimento:
– sciogliere il lievito (portato a temperatura ambiente) nell’acqua; quando il composto diventa una crema omogenea cominciare ad amalgamare la farina. Non servono particolari tecniche di impasto: possiamo farlo direttamente dentro una ciotola, avendo cura che sia compatto ed omogeneo. L’acqua potrá variare in base all’idratazione e alla farina usata (le farine integrali assorbono molta piú acqua).
– Una volta amalgamata tutta la farina, incorporare l’olio (poco alla volta) e i semi di sesamo.
– Lasciamo lievitare 3-4 ore direttamente nella ciotola, poi copriamo con la pellicola e mettiamo in frigo, in modo che l’impasto si solidifichi e sia piú facile da stendere con il mattarello.
– Tirare fuori dal frigo, stendere la carta da forno (io ho usato quella in silicone) e stendere l’impasto fino a farlo diventare sottile: piú sottile si riesce a fare, piú i vostri cracker si cuoceranno meglio. Tagliare con la rotella dentata dei quadratini, attendere circa mezz’ora per far tornare il tutto a temperatura ambiente e buchellerare coi rebbi di una forchette.
– Ungere la superficie con l’olio e spolverare con pepe, sale, origano a vostro piacimento.
– Infornare per 10-15 minuti a 200 gradi. Teneteli d’occhio perché dovranno essere ben biscottati ma non bruciati!
Piú i crackers risulteranno croccanti piú si conserveranno, in quanto avranno perso l’umiditá in cottura, ma non preoccupatevi troppo della conservazione perché finiscono subitoooooooooooooooooo.
Snack sano e 100% homemade
 crackers
crack

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...