brioche girelle all’uvetta con pasta madre

girelle

Ho cucinato queste fragranti brioche per un tè con delitto, quindi tenete conto che le dosi riempono due leccarde da forno!

Per fortuna non ho avuto problemi a impastare perché Daniela e Santo che qui ringrazio pubblicamente mi hanno regalato un’impastatrice a Natale!!!

Che felicità, e finalmente ho smesso di slogarmi i gomiti!

Dosi:

300 gr di licoli

800 gr di farina 00

300 ml di latte

3 uova

140 gr di zucchero

140 gr burro

olio di girasole bio per ungere

la scorza di due arance bio 250 gr di uvetta.

Iniziamo versando il lievito madre liquido (licoli) nell’impastatrice assieme alle uova (leggermente sbattute in precedenza), mano mano iniziamo ad aggiungere lo zucchero, e la farina alternandolo col latte. Quando l’impasto sarà incordato (per farla semplice quando sale sul gancio e si stacca dalla ciotola) possiamo cominciare ad aggiungere il burro, poco alla volta e in più riprese facendolo assorbire prima di aggiungerne altro (potete procedere in questo caso con 50 gr alla volta).

Bene una volta  che l’impasto è pronto lo mettiamo in frigorifero coperto da pellicola per farlo raffreddare (mezora/un’ora) in modo da riuscire a lavolarlo meglio.

Passato questo lasso di tempo prendiamo 1/4 di impast0 e lo stendiamo col mattarello fino a formare un rettangolo che poi spennelliamo di olio e ricopriamo con uvetta e scorza di arancia. A questo punto possiamo arrotolarlo (dal lato lungo) e con un tarocco tagliare tanti pezzetti che adageremo su una teglia. Procediamo così per tutto l’impasto. Una volta  finito spennelliamo ancora con olio la superfice delle brioche (per evitare che si secchino e che si attacchi la pellicola) e ricopriamo con pellicola.

Lasciamo a lievitare in un posto caldo e al riparo da correnti fino al raddoppio.

Le mie dopo 4 ore erano pronte! Incredibile, ero molto felice perché si vede che la mia pasta madre era bella arzilla.

Ho cotto per 20/25 minuti a 170 gradi, e coperto con uno strofinaccio appena sfornate per trattenere l’umidità.

 

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...