dicembre/gennaio

Quest’anno ci ha regalato un inverno che finora è stato davvero mite, i miei cavoli, verze, radicchi e cardi sono cresciuti fin’ora, quando ho dovuto raccoglierli per forza in previsione della prima nevicata dell’anno.

Non ho fatto molto altro in questo periodo, e per ora le uniche superstiti sono la pianta di cavolo nero e il sedano che continuano a gettare nuove foglioline.

Visto il caldo la cavolaia (la farfalla che fa i bruchi che si mangiano i cavoli) ha continuato a deporre, e quindi ho continuato la mia lotta contro di lei, ma i danni sono stati davvero molto contenuti rispetto a ottobre e novembre.

Nei prossimi week end se il bel tempo regge vangheremo e puliremo le erbacce, soprattutto la gramigna.

E questo è tutto.

Se qualcuno a Bologna in zona Zanardi volesse avvicinarsi alla realtà degli orti, e alla bellezza di autoprodursi il cibo vi segnalo questa iniziativa , approfittatene ed ort revolution siaaa!!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...