CucinaRaccontando con Zoè Teatri: incontro due+tre e stasera lo spettacolo!!

Dopo il primo incontro, eccovi sulla mia pagina facebook la ricetta del secondo incontro: crocchette di miglio e verdure.

Di seguito invece il dolce che ho proposto per questo laboratorio.: coppette con amaranto e fragole:

per sei coppette : amaranto qb , yogurt greco 500 gr, panna 250 ml, zucchero al velo qb, fragole 250 gr (le avevamo fatte con le fragole di arvaia, ora proporrei pesche e foglioline di menta o melissa), dao dolce o miele o sciroppo d’acero.

Procedimento per l’amaranto pop.

In una padella piccola e caldissima versiamo un cucchiaino di amaranto e copriamo immediatamente con un coperchio, i chicchi dell’amaranto a contatto col calore scoppietteranno tipo pop-corn microscopici. Teniamo sul fuoco pochi secondi e versiamo in una bacinella. Quando sarà freddo lo mescoleremo con 2 cucchiai di dao dolce, il mio era di orzo.

amaranto saltato amarantoIMG-20150518-WA0004

Ora montiamo la panna con un po’ di zucchero e mescoliamola con lo yogurt.

Tagliamo le fragole e componiamo le coppette. lasciamole in frigo e serviamole ben fredde.

fragolearvaiaamaranto con daocoppettecoppette amaranto

Come potete notare ho mantenuto durante tutto il corso una linea di semplicità, seppur con qualche tocco di fantasia, alla ricerca di guizzi di sapore e ingredienti poco usati ma salutari.

Un abbraccio a tutti , ci vediamo stasera allo spettacolo!

CucinaRaccontando con Zoè Teatri : primo incontro

Quest’anno sto partecipando al festival “IN&OUT la cultura in condominio” collaborando ad un laboratorio di Zoè teatriCucinaraccontando“.

Il laboratorio si snoda in 6 incontri (i primi 3 mi vedono partecipe con delle ricette) che culmineranno in quello finale dove attorno al cibo racconteremo delle storie.

Le ricette sono ideate a partire dalle verdure che i contadini di Arvaia ci forniscono di questa stagione.

Durante il primo incontro ho proposto una pasta con pesto di spinaci e bottarga.

Di seguito foto, ricetta e consigli.

Per 4 persone _

250 gr bavette

500 gr di spinacini (freschissimi e appena raccolti da Mavi)

la buccia di 1 limone bio (solo la parte gialla mi raccomando)

aglio, sale , olio e bottarga qb.

Buttiamo la pasta.

Puliamo gli spinaci: metà li saltiamo velocemente in padella con un po’ d’olio e l’aglio schiacciato (se piace peperoncino). L’altra metà la tritiamo con il frullatore e immersione un po’ d’olio e un po’ d’acqua di cottura della pasta.

Teniamo la pasta al dente e finiamo la cottura nella padella con gli spinaci saltati, all’ultimo aggiungiamo il nostro pesto e fuori fuoco grattiamo il limone e la bottarga.

La ricetta è velocissima ma ben equilibrata dal punto di vista nutrizionale (e io siccome sto allattando la piccola Eva ci provo a mangiare sano), infatti abbiamo: la vitamina c del limone che ci aiuta ad assorbire il ferro degli spinaci, le tantissime proteine presenti nella bottarga (a casa ne ho una proveniente da un bellissimo viaggio in Sicilia), i carboidrati a basso indice glicemico della pasta (magari integrale?) e delle verdure crude che mantengono così inalterate tutte le loro proprietà!

In quest’incontro abbiamo anche visto il rinfresco della pasta madre.

Al prossimo incontro un’altra ricetta e altre storie!

Analisi del 2014

I folletti delle statistiche di WordPress.com hanno preparato un rapporto annuale 2014 per questo blog.

Ecco un estratto:

Una metropolitana a New York trasporta 1 200 persone. Questo blog è stato visto circa 3.800 volte nel 2014. Se fosse una metropolitana di New York, ci vorrebbero circa 3 viaggi per trasportare altrettante persone.

Clicca qui per vedere il rapporto completo.